16/11/2020 – Il credito di imposta per l’adeguamento dei luoghi di lavoro, in chiave anti Coronavirus, non agevola tutti gli interventi edilizi. Lo ha spiegato l’Agenzia delle Entrate con la risposta 545/2020.   Bonus adeguamento luoghi di lavoro, il caso Il proprietario di un locale intendeva realizzare una serie di lavori, tra cui l’adeguamento di un porticato esterno per renderlo utilizzabile in inverno, la realizzazione di un locale seminterrato da utilizzare come deposito, accessibile ai fornitori che così non sarebbero entrati in contatto con il personale, la realizzazione di un percorso interno protetto, la realizzazione di una zona esterna coperta, dotata di arredi sanificabili. L’aumento delle superfici disponibili avrebbe consentito un maggiore distanziamento, come richiesto dalle norme per contrastare l’epidemia da Coronavirus.   Secondo il proprietario, gli interventi avrebbero consentito il rispetto delle prescrizioni..
Continua a leggere su Edilportale.com