05/08/2022 – Chi acquista la prima casa usufruendo delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura ridotta e, in un momento successivo, emigra all’estero e vi trasferisce la residenza, non perde le agevolazioni.   La spiegazione è arrivata dall’Agenzia delle Entrate con la risposta 399/2021.   Agevolazione prima casa, il fatto Un contribuente ha acquistato un appartamento usufruendo delle agevolazioni per la prima casa, cioè imposta di registro nella misura del 2% del valore catastale dell’immobile e imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 50 euro ciascuna.   Successivamente, ha traferito la sua residenza all’estero per immigrazione e ha chiesto all’Agenzia delle Entrate se questo comporta la perdita…Continua a leggere su Edilportale.com

]]>