28/06/2021 – L’assetto della maggior parte delle città influenza negativamente l’equilibrio del ciclo naturale dell’acqua: precipitazione, evaporazione, alimentazione della falda acquifera e deflusso superficiale.   In un momento storico come quello attuale, in cui il cambiamento climatico, la riduzione della risorsa idrica, l’avanzamento della desertificazione ecc. sono una reale minaccia alla sopravvivenza, un cambio di rotta è un atto obbligatorio. Ne parla apertamente e con un tono di forte preoccupazione la bozza del nuovo rapporto dell’Ipcc, il Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici, svelat…Continua a leggere su Edilportale.com

]]>