08/11/2017 – Stabilizzare gli incentivi per la ristrutturazione degli edifici, fare scelte più coraggiose sul sismabonus e agevolare maggiormente l’acquisto di case eco-efficienti. Il presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), Giuliano Campana, ha sollevato una serie di critiche al disegno di legge di Bilancio 2018. Intervenuto in audizione presso le Commissioni congiunte Bilancio di Camera e Senato, non ha risparmiato neanche l’obbligo di fatturazione elettronica.   Ristrutturazione e sicurezza, manca un piano  Campana ha evidenziato con disappunto che gli interventi per la ristrutturazione ancora non assumono una stabilizzazione definitiva e che mancano misure tese a dare attuazione ad un importante piano di rigenerazione urbana “di cui il nostro Paese avrebbe bisogno”.   Per quanto riguarda il sismabonus, ha giudicato troppo timido l’intervento del Governo. Secondo Campana, bisognerebbe estendere..
Continua a leggere su Edilportale.com