30/03/2021 – Un ‘fascicolo digitale’, una raccolta strutturata di dati e modelli tridimensionali totalmente dematerializzata che, tramite la geolocalizzazione, consentirà di digitalizzare tutte le informazioni riguardanti gli immobili pubblici.   Lo sta mettendo a punto l’Agenzia del Demanio nel suo processo di digitalizzazione dei dati sul patrimonio immobiliare dello Stato per consentire una conoscenza tecnica più completa dei beni gestiti.   A questo scopo l’Agenzia del Demanio ha sviluppato internamente la piattaforma di condivisione dati UpDATe nell’ambito delle gare gestite come Stazione Appaltante con l’applicazione del metodo BIM (Building Information Modeling) che permette di dematerializzare totalmente il processo di consegna degli elaborati.   Si tratta di una piattaforma dati, introdotta dalla normativa di settore come strumento centrale nel processo collaborativo tipico del BIM, che permette..
Continua a leggere su Edilportale.com