09/03/2021 – La detrazione del 90% della spesa sostenuta per il recupero o il restauro della parte esterna del palazzo può essere fruita anche nel caso in cui la facciata messa a nuovo non sia visibile dalla strada ma dal chiostro interno al complesso monumentale, il cui suolo è pubblico e quindi accessibile dai cittadini.   Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la Risposta 154 del 5 marzo 2021. La società che ha proposto l’interpello è proprietaria di parte del corpo di fabbrica di un complesso monumentale situato all’interno di un antico chiostro, con una facciata che ne delimita un lato.   L’edificio ricade in Zona A secondo il Prg del Comune ed è individuato come ‘Attrezzatura di quartiere’. Queste ultime – precisa l’istante – sono pubbliche o assoggettate a uso pubblico. Nel secondo caso i proprietari devono stipulare con l’amministrazione comunale apposita convenzione..
Continua a leggere su Edilportale.com