25/03/2021 – Le deroghe al Codice Appalti sembrano ormai indispensabili per la realizzazione delle opere con tempi spediti. Al Governo arrivano da più fronti proposte in tal senso. In gioco ci sono i cantieri da aprire per far fronte alla crisi economica, tra cui quelli delle 58 infrastrutture prioritarie, ma anche la volontà di semplificare i procedimenti amministrativi per spendere in modo efficiente le risorse del Recovery Fund.   Se nel dibattito parlamentare è stato proposto di prorogare ulteriormente le agevolazioni dello Sblocca Cantieri e del Decreto Semplificazioni, dall’Antitrust è arrivata un’idea molto più radicale: sospendere il Codice Appalti per poi procedere ad una riforma organica. La proposta dell'Antitrust sta suscitando una levata di scudi dei sindacati e dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), ma anche di alcuni addetti ai lavori.   Codice Appalti, continuare con le semplificazioni..
Continua a leggere su Edilportale.com