08/07/2019 – Le tariffe minime obbligatorie per i servizi di progettazione di architetti e ingegneri sono state bocciate dall’UE.   La Corte di giustizia dell'Unione Europea, infatti, con la sentenza ‘Causa C-377/17’ ha condannato la Germania che, mantenendo le tariffe obbligatorie, è andata in contrasto con la Direttiva 2006/123 e con l'articolo 49 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.   Tariffe minime professionali: i motivi delle Germania Gli onorari di architetti e di ingegneri in Germania sono disciplinati dalla Honorarordnung für Architekten und Ingenieure (HOAI) che stabilisce una correlazione tra prestazioni e tariffe economiche, sia minime che massime. Secondo la Germania tali disposizioni nazionali disciplinano solo situazioni puramente interne, che non avrebbero potuto essere valutate alla luce della direttiva 2006/123 e dell’articolo 49 TFUE.   La Germania si era difesa anche sostenendo..
Continua a leggere su Edilportale.com