11/10/2018 – Da gennaio 2019 saranno accettate solo le istanze di Conto Termico inerenti caldaie o stufe a biomasse in possesso di certificazione ambientale.   A specificarlo il GSE che ricorda quanto previsto dal Nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016) e dal DM 186/2017.    Caldaie e stufe a biomassa: la procedura di certificazione Come indicato nel DM 186/2017 il produttore dovrà richiedere a un organismo notificato il rilascio della certificazione ambientale del generatore di calore; l'organismo notificato, dopo aver effettuato le prove previste, individua la pertinente classe di qualità e rilascia la relativa certificazione ambientale entro 9 mesi dalla ricezione della richiesta.   Il produttore che ha ottenuto la certificazione ambientale per un determinato prodotto lo dovrà indicare nel libretto di installazione, uso e manutenzione del generatore di calore insieme alla: classe di appartenenza; prestazioni emissive;..
Continua a leggere su Edilportale.com