14/04/2020 – Si allungano ancora i tempi per la ripresa delle attività edilizie. Con il DPCM 10 aprile 2020, è stata prorogata al 3 maggio 2020 la sospensione delle attività non ritenute fondamentali.   Per l’edilizia non ci sono nuove restrizioni. Sono confermate le sospensioni già decise.   Coronavirus, i cantieri che restano fermi Sono ancora sospese le attività contraddistinte dai seguenti codici ATECO: – 41.20.00 Costruzioni di nuovi edifici residenziali e non residenziali; – 41.10.00 Sviluppo di progetti immobiliari; – 43.11 Lavori di demolizione; – 43.12.00 Preparazione del cantiere edile e sistemazione del terreno; – 43.3 Completamento e finitura degli edifici, (come intonacatura, posa in opera di infissi, arredi e controsoffitti, rivestimento di pavimenti e di muri, tinteggiatura e posa in opera di vetri, realizzazione di coperture);  – 42.91 Costruzione di opere idrauliche; – 42.99.09 Costruzione di impianti..
Continua a leggere su Edilportale.com