27/08/2018 – Il crollo del Ponte Morandi ha portato alla ribalta la questione della sicurezza del costruito, in particolare della rete infrastrutturale.   Per non spegnere i riflettori su questo argomento il Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) ha scritto al Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiedendo di occuparsi di prevenzione attraverso un piano su tutto il territorio, redatto da tecnici esperti e competenti nelle varie discipline coinvolte.   Sicurezza infrastrutture: serve un piano nazionale di manutenzione Secondo gli Ingegneri italiani è necessaria l’elaborazione di un Piano nazionale di conoscenza dello stato di sicurezza delle opere d’arte infrastrutturali (ponti, viadotti, gallerie, opere di sostegno etc.), con un’anagrafe delle opere d’arte importanti, basata su dati messi obbligatoriamente a disposizione dagli enti proprietari o concessionari.   Su questa base..
Continua a leggere su Edilportale.com