21/02/2018 – “Il débat public va esteso alle infrastrutture energetiche, era questa la volontà del Parlamento”. È il commento del presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, dopo l’approvazione, insieme alla Commissione avori Pubblici del Senato, del decreto attuativo del Codice Appalti.   Dibattito pubblico, infrastrutture energetiche e periodo transitorio La bozza di decreto attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) è stata approvata all’unanimità con due condizioni. La prima è l’inserimento delle infrastrutture energetiche tra le opere da sottoporre a dibattito pubblico.   La seconda è il bisogno di una verifica sull’efficacia del nuovo strumento dopo un primo periodo di applicazione.   Dibattito pubblico, esclusi oleodotti impianti nucleari e opere energetiche Inizialmente per le infrastrutture energetiche era stato previsto il dibattito pubblico…
Continua a leggere su Edilportale.com