15/10/2021 – L’Aula di Montecitorio ha dato il suo via libera al disegno di legge 3179 in materia di equo compenso delle prestazioni professionali (ddl Meloni).   Nel corso dell’esame è stato soppresso l’articolo che stanziava 150 milioni di euro annui dal 2022, da attingere dal Fondo per esigenze indifferibili di cui al comma 200 della Legge di Bilancio 2015.   “Il Governo – ha detto in Aula il sottosegretario alla Giustizia Francesco Paolo Sisto – si impegna ad adeguare le tariffe professionali”.   Ma, a causa della mancanza di copertura finanziaria, “la legge rischia di essere una legge manifesto” – ha avvertito il deputato di LEU, Federico Fornaro.   La Camera ha aggiunto una disposizione transitoria che estende l’a…Continua a leggere su Edilportale.com

]]>