12/02/2018 – Nel biennio 2016/2017 sono stati 130.000 i turisti che hanno provato l’esperienza di viaggio lenta sui  treni d’epoca di Fondazione FS Italiane, attraverso i luoghi più suggestivi d’Italia, ricchi di storia e cultura. Rispetto al biennio 2014/2015, la crescita è stata del 45%, a conferma del successo della mobilità dolce.   I dati sono stati illustrati giovedì scorso a Roma dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e dal Presidente Fondazione FS Italiane, Mauro Moretti.   Nel corso dell’evento è stato ricordato che molte regioni italiane – Abruzzo, Campania, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Molise, Piemonte, Toscana e Sicilia – hanno inserito itinerari con treni d’epoca nei progetti finanziati per sostenere e valorizzare questa nuova offerta turistica.   Itinerari che attraggono, in particolare, stranieri e amanti della natura, appassionati..
Continua a leggere su Edilportale.com