26/02/2021 – Nel 2020 le gare BIM per progettazioni e servizi tecnici sono aumentate del 17% arrivando a costituire l’8,7% del totale. Tuttavia, è ancora rilevante la disomogeneità dei bandi e l’assenza di capitolati informativi. Per questo, le società di ingegneria e architettura chiedono investimenti per l’innovazione dei processi e per la formazione dei tecnici.   Ieri è stato presentato il quarto Rapporto sulle gare pubbliche 2020 che prevedono l’utilizzo delle metodologie digitali BIM nell’ambito delle procedure di affidamento di servizi di ingegneria e architettura, realizzato da OICE, l’Associazione delle società di ingegneria e architettura.   Gare BIM: nel 2020 aumento del 17%, sono l’8,7% del totale I dati 2020 dimostrano, dopo la crescita del 2019 (+58,3% sul 2018), un ulteriore balzo del 17,2% sul totale del numero delle gare dell’anno precedente ed evidenziano come..
Continua a leggere su Edilportale.com