12/11/2019 – I geometri diventeranno i ‘manager’ della gestione del patrimonio immobiliare pubblico, gestendo e valorizzando gli edifici della pubblica amministrazione (PA) anche sotto il profilo energetico.     Questa nuova linea di azione è alla base dell’accordo fra INVIMIT Sgr, la società partecipata al 100% dal MEF e con 1,6 mld di euro di asset in gestione, e il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL).   Patrimonio pubblico: il rilancio passa dai geometri   Al centro dell’accordo, un sistema di azioni volte esattamente a rilanciare l’attività istituzionale di INVIMIT Sgr mobilitando le specifiche professionalità dei geometri.   Nello specifico i geometri si occuperanno della due diligence immobiliare, dell’intervento di efficientamento energetico volto a ridurre l’impatto ambientale, con particolare riferimento alla gestione integrata di complessi condominiali..
Continua a leggere su Edilportale.com