09/03/2021 – Programmazione e gestione delle infrastrutture e dei sistemi a rete e di quelli informativi; opere pubbliche e grandi progetti finalizzati al superamento dei divari territoriali; sistema dei trasporti e mobilità sostenibile.   Sono i tre dipartimenti che, insieme con il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, costituiscono la nuova organizzazione del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) voluta dal nuovo Governo.   Il Ministero sarà composto, dunque, da tre dipartimenti.   Il primo dipartimento assume le competenze di programmazione e gestione delle infrastrutture e dei sistemi a rete (es. trasporti), alle quali si aggiungono quelle relative ai sistemi informativi, cruciali per monitorare tempestivamente la progettazione e la realizzazione delle infrastrutture, degli investimenti nel settore dei trasporti, delle reti idriche, dell’edilizia pubblica, ecc.   Parallelamente, la rivoluzione..
Continua a leggere su Edilportale.com