02/04/2021 – Standard minimi obbligatori di prestazione energetica, servizi di consulenza energetica, detrazioni fiscali, eliminazione dei combustibili fossili per il riscaldamento, formazione.   Sono queste, in sintesi, le strategie di rinnovamento a lungo termine del patrimonio edilizio di 13 Stati membri dell’Unione europea, finalizzate a diffondere buone pratiche dalle politiche e misure proposte dai governi nazionali, che la Commissione Europea ha analizzato.   L'analisi contiene una valutazione complessiva delle diverse strategie, elenca le misure pianificate e analizza ogni strategia separatamente seguendo un modello comune. Rileva, ad esempio, che i sistemi olandese, danese e francese prevedono una qualche forma di standard minimi obbligatori di prestazione energetica, mentre Danimarca, Austria, Cipro e Estonia intendono rafforzare il sistema del certificato di prestazione energetica.   Per comporre il documento la Commissione ha analizzato..
Continua a leggere su Edilportale.com