24/05/2018 – Predisporre la verifica degli impianti al servizio degli edifici e introdurre l’obbligo di adeguarli entro un ragionevole periodo di tempo.   Questa la richiesta che la CNA Impianti fa al Governo che sta nascendo, ricordando l’importanza del settore impiantistico che negli ultimi anni ha accresciuto il proprio peso all’interno delle costruzioni assorbendo una quantità sempre maggiore delle risorse destinate all’edilizia.   Impianti, CNA: sostituirli o metterli a norma   Secondo la CNA Impianti per prima cosa andrebbe fatta una completa riforma del DM 37/2008 che preveda un sistema nazionale di verifica degli impianti al servizio degli edifici, ora mancante, ed una complessiva riconsiderazione del sistema di “abilitazione” dei Responsabili Tecnici, per consentire al comparto di continuare a crescere ha come priorità la messa a norma degli impianti.   Secondo la CNA, in Italia sono attivi più..
Continua a leggere su Edilportale.com