16/07/2021 – Nonostante la pandemia, il 2020 è stato un anno positivo per le società di ingegneria e architettura associate a Oice, con un aumento del 3,5% della produzione 2020 (per un livello di circa 3 miliardi di euro). Meglio ancora dovrebbe andare il 2021 per il quale è atteso un vero e proprio balzo dell’attività, con un aumento previsto del 15,5% e una produzione di quasi 3,5 miliardi di euro.   I dati arrivano dalla 37esima Rilevazione Oice/Cer sull’andamento delle società di ingegneria e architettura associate a Oice e di un campione di imprese non associate presentata mercoledì in un evento on line con gli interventi di Busia (ANAC), Panucci (Min. riforma P.A.), Loffredo (Struttura comm. Ricostruzione sisma) e Pini (ISPRA).   I mercati esteri rimangano il principale sbocco delle produzioni Oice, soprattutto per le imprese …Continua a leggere su Edilportale.com

]]>