11/12/2020 – I progetti degli interventi che accedono al superbonus 110% nelle forme di sconto in fattura o cessione del credito devono essere pagati ai professionisti rispettando il principio dell’equo compenso.   Lo propone un emendamento presentato da 4 senatori di Fratelli d’Italia alla legge di conversione del Decreto Ristori (DL 137/2020) che sarà esaminata da lunedì in Senato.   L’equo compenso entra nella normativa del superbonus 110% Ai fini del superbonus 110%, “nell’ambito delle procedure previste per le detrazioni fiscali in materia di edilizia ed energetica sotto forma di crediti di imposta o sconti sui corrispettivi, cedibili ai soggetti interessati dalla vigente normativa, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari” – si legge nell’emendamento -, “è fatto obbligo nei confronti di questi, l’osservanza delle disposizioni previste in materia di disciplina dell’equo..
Continua a leggere su Edilportale.com