15/11/2019 – La situazione di emergenza che ha vissuto Venezia negli scorsi giorni ha riacceso i riflettori sul Mose, la grande opera ingegneristica che, una volta conclusa, dovrebbe salvaguardare la città e la laguna dalle alte maree.   Mose: il progetto Il progetto elaborato prevede un sistema integrato di barriere a paratoie mobili, in grado di isolare la laguna dal mare durante gli eventi di alta marea, e opere complementari, come le scogliere all’esterno delle bocche di porto, atte ad attenuare i livelli delle maree più frequenti e il rialzo delle rive e delle pavimentazioni nelle aree più basse degli abitati lagunari.   Nello specifico il Mose è formato da 4 barriere di difesa: – 2 alla bocca di porto del Lido (quella più vicina a Venezia che è larga il doppio delle altre due ed è formata da 2 canali con profondità diverse) che sono composte rispettivamente di 21 paratoie quella nel canale nord..
Continua a leggere su Edilportale.com