29/03/2021 – Dopo un confronto della Regione con il Governo, il Piano Casa della Puglia è stato messo al riparo da eventuali bocciature della Corte Costituzionale. Con un intervento di modifica delle norme che, stratificandosi dal 2009, regolano la materia degli ampliamenti volumetrici “temporanei e straordinari”, non saranno consentiti gli interventi in deroga al Piano paesaggistico, finiti sotto la lente del Ministero dei Beni Culturali.     Piano Casa Puglia, la proroga al 31 dicembre 2021 La norma impugnata dal Governo è la Legge Regionale 35/2020. La norma ha disposto la proroga al 31 dicembre 2021 della scadenza del Piano Casa ma ha anche previsto la possibilità di realizzare gli interventi di ampliamento volumetrico e sostituzione edilizia con premio di cubatura sugli edifici esistenti al 1° agosto 2020. Prima che intervenisse la proroga, si potevano effettuare i lavori di ampliamento sugli edifici esistenti..
Continua a leggere su Edilportale.com