05/02/2021 – Maggiore sostegno alle libere professioni, un tavolo permanente di consultazione con le parti sociali per il coordinamento e la gestione dei progetti, meno sussidi e finanziamenti a pioggia, ma più investimenti in infrastrutture.  Sono i contenuti da inserire nel Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR), secondo il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, intervenuto ieri in audizione presso la Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera sul documento del Governo nel quale saranno definiti i progetti finanziati con le risorse del Recovery Fund. “Le risorse messe a disposizione dall’Unione Europea rappresentano un vero e proprio crocevia per il nostro Paese – ha detto Stella. “Per questo è necessario che la governance dei progetti sia all’altezza, con una gestione dotata di poteri a carattere commissariale che eviti ritardi nell’esecuzione dei progetti e con il coinvolgimento di professionisti..
Continua a leggere su Edilportale.com