04/03/2021 – Per la realizzazione delle opere prioritarie, la parola d’ordine sarà “celerità”. Lo ha affermato Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile (così come è stato ribattezzato il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) martedì 2 marzo durante un’audizione davanti alle Commissioni Ambiente e Trasporti della Camera e alla Commissione Lavori Pubblici del Senato.   L’intervento del Ministro si è svolto nell’ambito della bozza di decreto contenente le opere prioritarie previste dal Decreto Sblocca Cantieri. A questo elenco se ne aggiungerà un altro, da mettere a punto entro aprile. Per consentire una rapida realizzazione delle opere, si continuerà a fare ricorso ai commissari, ma si studieranno anche nuove procedure per snellire le autorizzazioni e tutte le altre fasi.   Infrastrutture prioritarie, 58 opere particolarmente..
Continua a leggere su Edilportale.com