04/03/2021 – Il 23% delle micro e piccole imprese edili ha rilevato, dai primi contatti e preventivi, l’intenzione dei propri potenziali clienti di fruire del superbonus. Ma oe metà di esse segnala che l’inizio dei lavori viene ritardato da problemi burocratici mentre il 42,5% lamenta la mancata risposta di uffici comunali e pubbliche amministrazioni.   Sono alcuni dei risultati dell’analisi dei dati congiunturali delle costruzioni condotta da Confartigianato e riportati nel 11° report Covid-19, pubblicato nei giorni scorsi. La ricerca evidenzia una ripresa nella seconda parte del 2020, nella quale il trend dell’attività dell’edilizia è tornato in territorio positivo, dopo una primavera difficile.   Tra giugno e dicembre 2020 la produzione nelle costruzioni è aumentata del 3,6%, in linea con il +4,1% della Germania, a differenza di ai Paesi nei quali è perdurata una fase ciclica negativa: Francia..
Continua a leggere su Edilportale.com