10/11/2020 – In Sicilia verande e tettoie possono essere realizzate senza alcuna autorizzazione, ma solo se si utilizzano determinati materiali. Con la sentenza 275/2020, il Consiglio di giustizia amministrativa della Regione Siciliana ha spiegato il concetto di precarietà delle opere.   Veranda e tettoia, il caso Nel caso esaminato, il Comune aveva rilasciato l’autorizzazione edilizia per la chiusura di una veranda coperta, la realizzazione di modifiche interne e di una tettoia amovibile sul terrazzo di piano con superficie coperta di 14,06 metri quadri (m 3,70 x 3,80), con struttura in legno e copertura piana, con altezza di 2,70 metri.   Successivamente, con una Scia in variante era stato comunicato l’ampliamento della tettoia, che veniva portata dai 14,06 metri quadri precedentemente autorizzati, a 25,08 metri quadri. La copertura sarebbe comunque rimasta inferiore al limite di 50 metri quadri previsti dalla normativa regionale. L’Ufficio..
Continua a leggere su Edilportale.com