19/09/2019 – Per raffrescare o riscaldare ambienti domestici non è sempre necessario l’utilizzo di climatizzatori o termosifoni, soprattutto in quelle stagioni in cui la necessità di un ‘ausilio esterno’ si concentra in pochi momenti della giornata; in questi casi si può optare per ventilatori e termoventilatori.   Il ventilatore ha lo scopo di migliorare il raffrescamento di piccoli spazi grazie alla creazione di una corrente d’aria destinata all’aerazione o alla ventilazione diretta. È costituito da una girante a palette azionata da un motore, con l’eventuale aggiunta di un sistema di condotti attraverso i quali la corrente d’aria è convogliata in una determinata direzione.   Rispetto ad un condizionatore, il ventilatore non climatizza l’aria ma può avere alcuni vantaggi; ad esempio ha un consumo energetico minore, non crea grandi sbalzi termici e non necessita della pulizia..
Continua a leggere su Edilportale.com